Silvia Pascale, evento:

MERCOLEDì 27 GENNAIO ORE 20:45

Il figlio di Teresa era uno dei tanti IMI (Internati Militari Italiani), soldati che dopo l’armistizio dell’8 settembre 1943 furono deportati nei territori del Terzo Reich e condannati a lavorare nei Lager nazisti per non aver aderito alla Repubblica di Salò e a Hitler. Quando mamma Teresa viene a sapere della morte del figlio, impazzisce per il dolore, ma la sofferenza più grande è quella di non conoscere il luogo dove è stato sepolto. La madre impiega ben cinque anni per ottenere i documenti per l’estero, eppure il suo calvario è solo all’inizio. Da Bova di Marrara (Ferrara) arriva in Germania, da sola, senza sapere una parola di tedesco e con pochissimi soldi. Il viaggio è lungo e tortuoso, e Teresa lo racconta in un diario, che è una testimonianza unica ed eccezionale. Quello stesso diario che ora, tramite i suoi familiari, è arrivato nelle mani dell’autrice che ne eredita così le memorie.

Programma dell’evento:

ELEONORA PRINCIPE

Presidente provinciale Istituto Nastro Azzurro:

Introduzione

OSCAR PREDINELLI

Presidente del comitato della biblioteca

 

 

ORLANDO MATERASSI

Presidente Nazionale ANEI

  

SILVIA PASCALE

Storica, ricercatrice e insegnante